LIBERI E LIBERE DI ESSERE 2021

La rassegna di eventi "Liberi e Libere di Essere" giunge quest'anno alla settima edizione. Nata nel 2013 (con una pausa nel 2018 per la concomitanza con il Dolomiti Pride e sospesa nel 2020 a causa dell'esplodere della pandemia di Covid-19), è organizzata grazie alla collaborazione tra Arcigay del Trentino, Agedo Trentino, Famiglie Arcobaleno in Triveneto e altre associazioni del territorio, rappresentando un appuntamento fisso nel panorama culturale locale.

 

La rassegna vuole sensibilizzare la cittadinanza su tematiche come l'orientamento sessuale e l'identità di genere e più in generale su concetti-valore quali: inclusione e valorizzazione della diversità.

 

Occasione per gli eventi in programma sono i giorni che precedono e seguono la Giornata internazionale contro l’omo-bi-transfobia. L’International Day Against Homophobia e Transphobia and Biphobian (o IDAHOBIT) è riconosciuto dall'Unione europea e dalle Nazioni Unite e si celebra ogni 17 maggio. Il giorno ricorda la data in cui l’omosessualità è stata rimossa dalla Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD). Era il 1990. L’Unione Europea, in particolare, con l’articolo 4 della risoluzione del Parlamento europeo del 26 aprile 2007 sull’omofobia in Europa, ha indetto ufficialmente la celebrazione di questa ricorrenza su tutto il suo territorio.

 

Questa ricorrenza rappresenta un momento fondamentale per contrastare attraverso la cultura i fenomeni discriminatori che oggi ancora affliggono le persone LGBT* anche nel nostro Paese. Ne sono testimonianza le violenze raccontate dalla cronaca, azioni escludenti messe in atto da alcune amministrazioni e istituzioni e i numerosi report nazionali e comunitari che monitorano l'odio omotransfobico nel nostro Paese.

 

L'EDIZIONE 2021

 

L'edizione 2021 di “Liberi e Libere di Essere” si colloca a un anno dall’inizio della pandemia di Covid-19. Un anno in cui l'agibilità dell'associazionismo (anche) trentino è stata duramente limitata e colpita, in cui ognun* di noi ha misurato sulla propria vita le conseguenze sociali, psicologiche e (ovviamente) sanitarie della pandemia e delle misure adottate in contrasto a questa. All'interno della comunità LGBT, molt* già marginalizzat* da radicati stigma e discriminazione, hanno oltremodo subito gli effetti negativi dell'isolamento e della precarietà imposti da questi eventi.

 

Per questo, il calendario 2021 di Liberi e Libere di Essere avrà chiara una doppia finalità:

  • Raccontare quelle costanti azioni antidemocratiche, sessiste ed escludenti che colpiscono storicamente la comunità LGBT,
  • Individuare quelle "nuove" iniquità omobitransfobiche e marginalità che "l'annus horribilis" del Covid-19 ha generato.

 

Fondamento di questa edizione è rappresentato dalla stretta collaborazione tra Arcigay, Agedo e Famiglie Arcobaleno in Triveneto (realtà capofila) con enti e associazioni del territorio (Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, Centro Studi di Genere dell'Università degli Studi di Trento, Commissione Pari Opportunità PAT, Cafè de la Paix - ARCI, ecc.). Questa condivisione è frutto di anni di amicizia e relazione ma, soprattutto in questo anno 2021, dalla comune consapevolezza di poter riemergere tutt* solamente se unit*, raccogliendo i frutti della rete e dei legami costruiti in passato.

 

Pur consapevoli del fatto che molti appuntamenti non potranno che tenersi virtualmente, già dallo slogan di questa edizione gli eventi e gli incontri in programma vogliono generare occasioni di incontro "reale", sfruttando le tecnologie -oggi imposteci- per uscire da schemi e abitudini. Esperienze virtuali grazie a cui, controintuitivamente, le associazioni e gli enti coinvolti si impegnano affinché Liberi e Libere di Essere e quei valori di inclusione e solidarietà che ne sono a fondamento siano occasione per un (seppur complesso e faticoso) rilancio per la nostra comunità tutta.